1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Aci e Censis: rapporto auto a tinte fosche

Pubblicato il 21 dicembre 2012 | 0 commenti

E’ dalle tinte fosche il ventesimo Rapporto Auto redatto da ACI e Censis nell’edizione 2012: ma fra tanti numeri negativi, si contano anche meno morti sulle strade e un ritorno alla mobilità verde . Dal report emerge un comparto in ginocchio, stretto nella morsa di una crisi che non molla. Stavolta i numeri parlano con tutta la loro eloquenza. Si registra un crollo del -20% nei primi undici mesi del 2012 per le vendite di auto e moto (-19%). Se si guada il settore dei ciclomotori, le cifre negative sono ancora più pesanti: -32%.

I soldi a disposizione sono pochi e sempre meno cittadini pensano a comprare un’auto nuova. Il dato riguardante proprio la propensione all’acquisto di auto nuove è quasi dimezzato: nel 2012 siamo al 3,7% (era 7,4% nel 2011). Il 52,6% degli intervistati conferma di non avere in programma l’acquisto di un’auto nei prossimi tre anni. Non va molto meglio il mercato delle auto usate, che cala di dieci punti percentuali .

In compenso però l’auto e la sua gestione costa sempre di più (+4,5%) . In generale possedere un’automobile costa in media 3.425 euro l’anno. Per non parlare della benzina che è aumentata in dieci mesi del 16% (negli ultimi due anni il pieno è diventato più caro del 25%) ed il costo al chilometro è cresciuto dell’11,3%. L’assicurazione auto è salita di prezzo del 3,2%. Insomma mantenere un’automobile è costoso e molti scelgono di farne a meno quando possibile o comunque di utilizzarla solo se necessario.

Diminuiscono infatti anche i consumi di carburanti (-10,5% benzina e -9,7% diesel tra gennaio e ottobre 2012).
Fra tanti segni meno, si conta anche qualche diminuzione “positiva”:diminuiscono gli incidenti (-2,7%) e i morti (-5,6%) sulle strade. A scendere drasticamente sono anche le infrazioni e l’utilizzo dell’auto o comunque del mezzo privato  si concentra nei fine settimana (da 1,8 a 2,1 spostamenti medi, con evidenti benefici sul traffico). Le biciclette nuove quest’anno superano per la prima volte le auto nuove. Aumenta insomma la scelta di una mobilità sostenibile.

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce