1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Animali selvatici: gli incidenti devono essere denunciati

Pubblicato il 26 maggio 2013 | 0 commenti

Le statistiche a volte sorprendono: secondo la Swisscom, ogni ora in Svizzera un’auto si scontra con un capriolo. Per dare una dimensione del fenomeno, in Svizzera ogni anno 20.000 animali selvatici si scontrano con automobili o veicoli a motore, con 60 persone che subiscono danni fisici e danni materiali per oltre 25 milioni di franchi.

Forse non sarà lo stesso in Italia, ma gli incidenti che coinvolgono qualche animale selvatico sono molti e non sempre gli automobilisti li denunciano. Pessima abitudine che andrebbe invece modificata, sia per questioni di sicurezza che per problemi assicurativi.

PERCHE’ DENUNCIARE L’INCIDENTE

Innanzitutto, è questione di civiltà: gli animali selvatici coinvolti in incidenti stradali spesso fuggono via spaventati e finiscono per morire da qualche parte tra sofferenze atroci. Chiamare la guardia forestale o i guardaboschi serve a rintracciare l’animale ferito e ad aiutarlo, oppure a porre fine in modo rapido alle sue sofferenze.

Non solo: l’occultamento dell’incidente con l’animale selvatico non solo è perseguibile, ma crea anche problemi con le assicurazioni: se il veicolo subisce dei danni nell’incidente, serve il rapporto ufficiale dello stesso rilasciato dalle autorità forestali per ottenere il risarcimento e senza di esso può intervenire un risarcimento solo se si è coperti da una polizza casco collisione (la casco totale), che però non è molto conveniente, specialmente se la vostra auto non è nuova. E, anche così, si finisce sempre per pagare la franchigia ed avere un declassamento di categoria.

La denuncia quindi conviene… sia al povero animale coinvolto, che alle nostre tasche.

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce