1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Conciliazione: un nuovo modo di risolvere le controversie tra assicurato e compagnie

Pubblicato il 13 luglio 2011 | 0 commenti

Far valere i propri diritti nei confronti di una compagnia assicurativa è una strada lunga e impervia, dove la difficoltà sta tutta dalla parte dell’assicurato. Da soli, infatti, si combattono lunghe e complicate battaglie a suon di scartoffie e di cavilli, e non sempre lo sforzo profuso vede arrivare dei risultati. Ma c’è un altro modo – di cui in pochi sono al corrente – per redimere le controversie tra assicurato e compagnia: grazie ad un accordo tra l’associazione dei consumatori Adiconsum ed Unapass si può ricorrere alla conciliazione.

CHE COS’E’ LA CONCILIAZIONE

La conciliazione è un modo quasi “amichevole” di risoluzione delle controversie, nelle quali entrambe le parti si affidano al giudizio di un arbitro. In questo modo si può risolvere il problema in tempi brevi (si ha la certezza di avere un verdetto entro 30 giorni) e al di fuori dalle aule di tribunale, risparmiando le spese legali. E si sa che gli avvocati costano…

COME SI RICORRE ALLA CONCILIAZIONE

Anche la procedura per ricorrere alla conciliazione è molto snella e semplice: in caso di controversia sia l’assicurato che l’assicuratore delegano la soluzione ai rispettivi conciliatori. Il consumatore può adottare come conciliatore il personale di Adiconsum e consegnare ai rappresentanti delegati dall’associazione la documentazione necessaria e risolvere la controversia. Il costo è zero.

Entro i 30 giorni i rappresentanti del consumatore e dell’assicurazione devono trovare un accordo che derima la questione, accordo che deve essere accettato da entrambe le parti in causa. Se la proposta di conciliazione non trova il consenso di una delle due parti e pertanto non viene accettata, si potrà allora ricorrere al tribunale civile e proseguire con una vera e propria causa.

E, poiché questa via è a costo zero, vale davvero la pena di tentare…

 

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce