1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Il fondo di garanzia per le vittime della strada: cos’è e a cosa serve?

Pubblicato il 14 luglio 2011 | 0 commenti

Il Fondo di garanzia per le vittime della strada, costituito presso la CONSAP (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici Spa con socio unico), risarcisce i danni causati dalla circolazione dei veicoli e dei natanti, per i quali vi è obbligo di assicurazione, ma che per vari motivi risultino non assicurati.

I casi nei quali interviene il risarcimento del fondo sono i seguenti:

  • a) il sinistro sia stato cagionato da veicolo o natante non identificato;
  • b) il veicolo o natante non risulti coperto da assicurazione;
  • c) il veicolo o natante risulti assicurato presso una impresa operante nel territorio della Repubblica, in regime di stabilimento o di libertà di prestazione di servizi, e che al momento del sinistro si trovi in stato di liquidazione coatta o vi venga posta successivamente;
  • d) il veicolo sia posto in circolazione contro la volontà del proprietario, dell’usufruttuario, dell’acquirente con patto di riservato dominio o del locatario in caso di locazione finanziaria;
    • d bis) il veicolo sia stato spedito nel territorio della Repubblica da uno Stato previsto da apposito elenco e per determinati periodi e lo stesso risulti coinvolto in un sinistro e sia privo di assicurazione;
    • d ter) il sinistro sia cagionato da un veicolo estero con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo.

TIPI DI RISARCIMENTO
Il Fondo di garanzia per le vittime della strada risarcisce solamente per i danni alla persona nella stragrande maggioranza dei casi. Tuttavia, in caso di danni gravi alla persona, il risarcimento è dovuto anche per i danni alle cose, il cui ammontare sia superiore all’importo di euro 500, per la parte eccedente tale ammontare. Il risarcimento è dovuto inoltre, limitatamente ai terzi non trasportati e a coloro che sono trasportati contro la propria volontà ovvero che sono inconsapevoli della circolazione illegale, sia per i danni alla persona sia per i danni a cose.
La percentuale di inabilità permanente, la qualifica di convivente a carico e la percentuale di reddito del danneggiato da calcolare a favore di ciascuno dei conviventi a carico sono determinate in base alle norme del testo unico delle disposizioni per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Ma ci sono anche altri casi nei quali interviene il Fondo di garanzia per le vittime della strada: li vedremo presto.

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce