1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Imposte sull’RCAuto, possibile aumento

Pubblicato il 17 luglio 2012 | 0 commenti

Il decreto sul Federalismo Fiscale potrebbe causare aumenti delle aliquote legate alla Rc auto? In parte si. Infatti, per effetto del Decreto sul Federalismo Fiscale (d.lgs. n.68 del 6/5/2011), le Province a statuto ordinario avevano dal 2001 facoltà di modificare le tasse applicate all’RCAuto. Prima dell’entrata in vigore di questo decreto, la tassazione era del 12,5% per tutti gli assicurati. Poi, con l’entrata in vigore del decreto, ogni Provincia poteva aumentare o diminuire tale aliquota in misura non superiore a 3,5 punti percentuali.

Dopo l’entrata in vigore del decreto quindi da un paio di anni sono cambiate le regole e soprattutto le tariffe in diverse regioni italiane, anche se, va detto, non tutti hanno deciso di applicare l’aumento e in certi casi è stato anche ridotto, come nella provincia di Firenze. Le assicurazioni, hanno provveduto ad avvisare la clientela in diversi modi, tanto che l’annuncio è stato pubblicato sui vari siti internet delle compagnie di assicurazione. Vedremo ora con la cancellazione delle province e con la spending review e le liberalizzazioni cosa cambierà nelle tariffe. Vero è che da più parti è stata resa nota l’intenzione di ridurre i premi assicurativi. Vedremo se le buone intenzione saranno trasformate in realtà.

Intanto, se siete curiosi di sapere  quali Province hanno deciso di rivedere l’aliquota dopo il decreto del 2011, è sufficiente consultare il sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze (www.finanze.gov.it),  sezione Fiscalità locale – Imposta RCAuto. Per i preventivi con decorrenza polizza successiva all’entrata in vigore delle nuove aliquote, il premio indicato poteva così essere diverso dal premio richiesto al momento del pagamento.

 

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce