1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Istituito il Fondo Intersettoriale di Solidarietà

Pubblicato il 23 maggio 2013 | 0 commenti

Un accordo sottoscritto da ANIA (Associazione Nazionale tra le Imprese di Assicurazione), l’AISA (Associazione Italiana delle Società di Assistenza) e sindacati di settore, ha portato all’istituzione del “Fondo Intersettoriale di solidarietà per il sostegno del reddito, dell’occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale del personale delle imprese assicuratrici e delle società di assistenza” .

 

Si tratta del primo accordo di questo tipo in Italia, che rientra nell’ambito delle disposizioni previste dalla Legge Fornero sulla riforma del mercato del lavoro, che ha previsto l’obbligo per le organizzazioni sindacali ed imprenditoriali di creare Fondi di solidarietà bilaterali  per i settori non coperti dalla normativa in materia di integrazione salariale, nonché l’obbligo – per quei settori (come l’assicurativo) già dotati di un fondo di solidarietà – di adeguarsi alle nuove norme della Legge Fornero, entro il prossimo 30 giugno.

 

Il Fondo intersettoriale di solidarietà diventerà operativo in seguito all’emanazione di un preciso provvedimento interministeriale. Si tratta di uno strumento importante sia per far fronte a possibili casi di crisi aziendale, ma anche per la gestione di possibili processi di ristrutturazione da parte delle imprese, che possono avere conseguenze o ricadute sull’organizzazione del lavoro o l’occupazione.

Il Fondo ha delle finalità precise che servono ad attivare interventi a favore di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato da aziende che nelle situazioni sopraccitate favoriscano il mutamento ed il rinnovamento delle professionalità;  la realizzazione di politiche attive per il sostegno del reddito dei lavoratori interessati da riduzione dell’orario o sospensione temporanea di attività.

Non solo, favorisce anche  interventi di “accompagnamento alla pensione” per chi ha raggiunto l’età pensionabile.

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce