1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Meno incidenti, ma tariffe sempre più care: perché?

Pubblicato il 7 maggio 2012 | 0 commenti

I dati dell’ISVAP sono chiari: le truffe assicurative nel 2010 sono costate alle compagnie assicurative 26 milioni e 497mila euro. Nel 2011 questo fenomeno è andato ulteriormente aumentando. E poiché le statistiche sugli incidenti stadali segnano invece il segno meno, sembra proprio che il problema nell’anomalia italiana sui costi delle tariffe per le polizze RcAuto stia tutta qui: le truffe. Il problema dei clienti, dunque sarebbero i clienti stessi, che si farebbero tentare di circolare senza tagliando, oppure, anche peggio, con un contrassegno contraffatto.

Ma attenzione, non solo alla malafede del cliente si devono attribuire le truffe: molto spesso sono gli stessi agenti ad agire in mala fede, magari taroccando i documenti per ottenere condizioni particolari o limare i propri compensi a danno dell’agenzia assicurativa o della compagnia; o, ancora, si tratta di veri e propri malfattori che, spacciandosi per intermediari di compagnie straniere più convenienti truffano i clienti facendo loro pagare per false polizze che naturalmente non garantiscono loro alcuna copertura in caso di sinistro.

Basti pensare che solo nel 2011 l’ISVAP ha scovato 35 compagnie fantasma o non abilitate ad operate nel territorio italiano per il ramo RcAuto.

Per aiutare i consumatori ad orientarsi in caso di dubbio, l’ISVAP ha istituito un numero verde, al quale potete chiedere informazioni e fare segnalazioni:

800.486.661

In caso di dubbio… usatelo!

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce