1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Sinistri stradali: approvata tabella unica per grandi invalidità

Pubblicato il 5 aprile 2013 | 0 commenti

E’ stata finalmente approvata la tabella unica per le grandi invalidità. Con il si a questo decreto, vengono unificati i risarcimenti per gravi danni biologica a seguito di sinistro stradale. Viene così meno la discriminazione per cui prima erano i vari tribunali ad attribuire a seconda del luogo valori diversi.

Un’approvazione che ha riscosso molti commenti positivi, anche da parte delle associazioni dei consumatori. “Anche se a nostro avviso sarebbe stato meglio parametrare i risarcimenti ai valori INAIL, in quanto una morte da incidente stradale non è diversa dalla morte sul lavoro, con l’approvazione del decreto si colpiscono le rendite di posizione e speculative e si comincia a riportare il sistema RC AUTO sui binari della sostenibilità, visto che ormai gli automobilisti non assicurati a causa delle tariffe insostenibili richieste dalle imprese di assicurazione sono oltre 4 milioni” ha commentato Pietro Giordano, segretario generale di Adiconsum.

Tuttavia le associazioni di consumatori attendono, a seguiro dell’approvazione di questo decreto, che le compagnie di assicurazione, dimostrino le conseguenze, a cominciare dalla discesa dei prezzi praticati all’utenza. Una discesa che può essere fatta già dall’approvazione, e non inferiore al 5%.

In seguito la riduzione potrà essere  ancora maggiore, quando ovvero avverrà l’adozione delle misure necessarie ed ancora mancanti di riforma della RC AUTO: risarcimento in forma specifica per i danni alle cose, riduzione dei tempi per la richiesta dei danni a 90 giorni, abolizione della cessione del credito, più conciliazione paritetica e meno tribunale.

Su tutto questo Adiconsum è pronto ad affrontare tavoli tecnici e politici con le stesse compagnie di assicurazione e con il Ministero dello Sviluppo Economico.

Nessun commento ancora pubblicato »

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce