1) Compila il form , 2) Confronta le migliori polizze, 3) Risparmia fino a 500€

Storie di automobilisti: da 17 anni senza assicurazione e bollo, è record

Pubblicato il 21 luglio 2011 | 7 commenti

A volte la realtà si mischia con le leggende metropolitane, ed in questo il territorio italiano è un proliferare di materiale interessante. E’ di oggi la notizia di un operaio cinquantenne della provincia di Padova che è stato fermato (fortunatamente, aggiungiamo noi) da una pattuglia di Carabinieri per un normale controllo, ed è diventato subito un “uomo da record”.

Motivo della disonorevole onoreficienza è che l’uomo girava sulla sua Renault Clio senza assicurazione e senza bollo. Da 17 anni. Per un motivo o per l’altro gli era sempre andata bene e aveva scampato ogni controllo.

Risultato? Auto sequestrata immediatamente e 1500 di multa, più la corresponsione dei bolli non pagati e rifacimento della patente a partire da zero.

Nelle dichiarazioni del verbale, l’uomo ha detto ai militari che semplicemente gli andava di fare così, ed è andato via a piedi. Per fortuna in tutti questi anni non ha mai provocato incidenti o danni di alcun tipo.

Storia di ordinaria “disassicurazione” che finirà negli annali del settore.

7 Commenti pubblicati »
  1. non mi meraviglio che questo record sia gia’ battuto, in attesa che il prossimo venga beccato. In un paese cosi’ bello ma incivile , con un governo che premia i furbi e castiga gli onesti, mi meraviglio che i nostri politici non lo abbiano premiato………

    Commento di walter lasciato il 22 luglio 2011 alle 11:56
  2. Con quello che costano in Italia i bolli e le assicurazioni ha risparmiato bei soldini, anche pagando la multa di 1500 € che corrispondono a circa due anni di bollo ed assicurazione gli è andata molto bene ed ha fregato tutti.

    Commento di massimiliano lasciato il 23 luglio 2011 alle 19:00
  3. Il tizio ha fatto bene! Mi dite come fa un operaio che guadagna 1.200 euro al mese a sottostare a tanti furti legalizzati da parte dello Stato? Il furto delle assicurazioni (stratosferiche), il furto dei “bolli”, il furto della benzina più cara del mondo… Se il tizio non ha nulla intestato a proprio nome, non perderà un euro e le multe prese gli faranno un baffo! La Renault Clio sicuramente non varrà un granchè; se la tenga pure lo Stato! Patente nuova? Macchè!!! Il simpatico signore comprerà un’altra macchinetta e girerà indisturbato per altri venti anni! Tanto lo Stato italiano non tiene ai controlli sulle proprie strade, altrimenti assumerebbe e pagherebbe personale per le Forze dell’Ordine (l’attuale in servizio è insufficiente, mal pagato e senza mezzi), ma si preoccupa solo di disseminarle di autovelox per perpetrare altri furti, salvo poi, quando muoiono migliaia di persone per gli incidenti, dare tutta la colpa …alla velocità eccessiva!!!!

    Commento di piero lasciato il 24 luglio 2011 alle 11:52
  4. Bisogna dire che la fortuna lo ha accompagnato per 17 anni (numero portasfiga per eccellenza), ha accompagnato soprattutto chi lo ha evitato nel traffico….. C’è da dire che per una normale auto diciamo utilitaria lo stato si sbafa come tassa di possesso (bollo) in media 150 euro all’anno…tassa di possesso??? Io l’auto l’ho comprata…già la possiedo..l’ho pagata con soldi miei..e devo continuare a pagarla??…vabbè..lasciamo stare+ RCA…ok è giusto che sia obbligatoria, ma così alta??? anche se la fai online annuale (la più scarsa) ti costa in media 250 euro…e non è che carburante, gomme, olio, ed eventuali ricambi ti vengan regalati…….. diciamo che il tipo puntava al risparmio…è un bene che sia stato preso, è un male la tassazione applicata ad ogni conducente di automezzi….

    Commento di Fabbiano lasciato il 24 luglio 2011 alle 22:09
  5. Se gli hanno ritirato la patente vuol dire che aveva l’assicurazione falsa. Perchè i signori delle assicurazioni non dicono che il reato di falsa polizza assicurativa è procedibile solo su querela e LORO non si degnano quasi mai di presentarla vanificando il lavoro delle Forze dell’Ordine? Perchè non dicono che non denunciano chi truffa con falsi incidenti perchè tanto pagano coi soldi nostri aumentandoci il premio assicurativo??

    Commento di Piero lasciato il 25 luglio 2011 alle 00:15
  6. Ma sarebbe difficile interfacciare il tutor con i terminali dell’ Ania? Si potrebbero così controllare in tempo reale le assicurazioni dei mezzi circolanti!

    Commento di Has lasciato il 25 luglio 2011 alle 11:35
  7. ..e i milioni di utenti tv che non pagano il canone non sono sulla stessa lunghezza d’onda

    Commento di geminiano lasciato il 25 luglio 2011 alle 13:23

Lascia un Commento

AssicurazioniAuto oggi ti suggerisce